COME OPERIAMO
SICS SARDEGNA

SCSS – Scuola Cani Salvataggio Sardegna

L’unità cinofila è composta dal cane ed dal suo conduttore che lavorano in sincronia e in sintonia e che dovranno sottoporsi, poter prestare nei mesi estivi il loro servizio nelle spiagge ed essere  in grado di garantire il buon esito del salvataggio, ad un allenamento serio e costante che richiederà loro di entrare in mare anche quando le condizioni climatiche e ambientali saranno avverse e proibitive.

L’allenamento del conduttore e quella del cane procederanno quasi di pari passo, per cui mai come nel salvataggio si potrà notare il rapporto di fiducia e collaborazione che si instaura tra il cane ed il suo padrone che cresceranno insieme tecnicamente e affettivamente tanto da creare quell’affiatamento necessario   senza il quale anche il più semplice dei salvataggi  non andrebbe a buon fine

Per conseguire i brevetti della SICS, che accerteranno la capacità dell’unità cinofila di portare in salvo una persona in pericolo in acqua o di prestare soccorso ad una imbarcazione ed ai suoi occupanti, si dovranno superare una serie di prove di lavoro. Tra queste ci saranno quelle riguardanti l’obbedienza a terra che attesteranno l’attendibilità dell’unità cinofila di operare sulla spiaggia, quelle relative al salvataggio di una o più persone che simuleranno in modo realistico l’annegamento, e alcune sulla capacità del cane di rimorchiare un battello a riva tramite una cima afferrata in bocca.

Particolare importanza verrà data alla preparazione del conduttore che addestrerà il proprio cane e che si farà aiutare da lui prevalentemente per il rimorchio per il quale il cane è fornito di imbracatura che permette una sicura presa. Il conduttore, inoltre, dovrà possedere nozioni di protezione civile, dovrà ad esempio istruirsi sui sistemi di radiocomunicazione per poter attivare ulteriori soccorsi in tempo utile e coordinare i soccorsi, e nozioni di pronto soccorso e di rianimazione dovrà infatti essere in grado di rianimare l’annegato sia attraverso la respirazione artificiale sia con il massaggio cardiaco.

L’unità cinofila dovrà intervenire con calma e lucidità riuscendo a controllare pienamente la situazione di  pericolo  senza panico e contando l’uno sull’aiuto dell’altro.

Quando il cane sarà completamente addestrato al lavoro e il conduttore sarà preparato e pronto per effettuare un salvataggio sosterranno le prove d’esame davanti ad una commissione di giudici esperti di cinofilia e salvataggio e si conseguirà il brevetto solo grazie al quale l’unità cinofila verrà abilitata al salvataggio in mare e potrà prestare servizio in spiaggia vigilando sui bagnanti.

 Inizierà così una nuova avventura, faticosa, carica di responsabilità ma capace di cementare l’unione che si è creata con duro lavoro nell’unità cinofila e appagata dal desiderio di porsi, insieme, uomo e cane, al servizio degli altri.

I Cani da Salvataggio in Mare

Scopri le caratteristiche e le doti che deve avere un cane da salvataggio per poter far parte di una unità cinofila della SICS.

Contatti e Recapiti

Di seguito l’elenco dei contatti della SICS Sardegna

Responsabile Regionale:
Maurizio Basciu

via Pitz’e serra, 50
09045 Quartu S.Elena (CA)

+39 345 696 8323

info@canidasalvataggio.it

Inviaci un messaggio

Informativa sulla Privacy